Certificazione Salesforce

“Nonprofit Cloud Consultant”:

Guida pratica e consigli utili.

Salesforce Nonprofit Cloud Consultant Certification

Introduzione alla certificazione Nonprofit Cloud Consultant.

 

La certificazione Nonprofit Cloud Consultant  è stata creata per i consulenti e amministratori che hanno esperienza, o desiderano acquisire esperienza, nell’implementazione delle soluzioni Salesforce Nonprofit Cloud.

Gran parte delle informazioni presenti in questa guida servirà a comprendere concetti sicuramente distanti dall’amministrazione della piattaforma; tuttavia, una conoscenza approfondita delle differenze tra Sales Cloud e il Not-for-Profit Success Pack (NPSP), nonché di prodotti aggiuntivi come Volunteers for Salesforce (V4S), sono fondamentali per il supporto di qualsiasi organizzazione Nonprofit e pertanto costituiscono una parte importante della certificazione.

Argomenti di esami saranno:

  • Impostazioni e amministrazione del NPSP
  • Gestione Dati della Nonprofit Cloud
  • Analisi della Nonprofit Cloud
  • Competenza del dominio
  • Progettazione di soluzioni per la Nonprofit Cloud
  • Implementazione delle strategie e dei metodi migliori per il Nonprofit

Chi è il candidato ideale?

Consigliamo a tutti gli amministratori o consulenti Salesforce, che lavorano già o che potrebbero avere l’opportunità di lavorare con un’organizzazione no-profit, di conseguire questa certificazione.

Sebbene la guida all’esame preveda che si abbia già esperienza nell’implementazione di questa soluzione, a condizione che si abbia una buona conoscenza di Salesforce (ad esempio 1-2 anni come amministratore) e che si dedichi tempo e impegno all’apprendimento del mondo delle organizzazioni no-profit, questa certificazione vi aiuterà a sentirvi più “confidenti” nel caso in cui abbiate l’opportunità di lavorare con un cliente no-profit.

Argomenti chiave

L’esame (a partire da gennaio 2021) prevede 60 domande a scelta multipla, in 90 minuti di tempo. Il punteggio di superamento è del 63%, richiede quindi al candidato di superare 38 domande su 60.

L’esame è composto da 6 argomenti suddivisi in questo modo.

1. Configurazione del prodotto Nonprofit Cloud: 22% (Nonprofit Cloud Product Configuration)

Questo argomento riguarda le impostazioni e l’amministrazione di NPSP, è necessario quindi consultare la documentazione di produzione di NPSP disponibile nel Power of Us Hub (a cui puoi accedere una volta effettuato l’accesso a NPSP, e puoi ottenere l’accesso con un’organizzazione gratuita).

È necessario comprendere gli oggetti personalizzati aggiuntivi forniti da NPSP (come le affiliazioni e le donazioni ricorrenti). In questo la revisione del diagramma delle relazioni tra entità NPSP aiuterà sicuramente.

Inoltre, è importante comprendere le impostazioni predefinite incluse in NPSP, ad esempio la personalizzazione dei formati dei nomi delle famiglie, le impostazioni delle relazioni e la funzionalità di gestione degli indirizzi. Le capacità di rollup personalizzabili e i loro vantaggi rispetto ai rollup standard DLRS sono anche concetti chiave da capire.

Infine sarà necessario comprendere come il programma di rilascio di NPSP differisce da quello di Salesforce.

 

2. Integrazione e Gestione Dati: 15% (Integration and data management)

Questo argomento può essere suddiviso in due parti, la prima riguarda il trasferimento dei dati. Analogamente alla certificazione Salesforce Administrator, questa parte richiede una buona conoscenza del quando utilizzare strumenti come Salesforce Data Loader, Salesforce Import Wizard, o il NPSP Data Importer. Inoltre, è necessario capire quali sono gli strumenti di gestione dei duplicati utilizzati da Salesforce e come possono essere compatibili con NPSP; ad esempio, la gestione degli account domestici.

Il secondo elemento di questo argomento è più specifico per NPSP e riguarda la comprensione delle diverse configurazioni di famiglie NPSP e delle relazioni tra Accounts, Contacts and Affiliations.. Potrebbero esserci anche domande specifiche NPSP sul processo di aggiornamento delle opportunità, ad esempio se può essere fatto a livello individuale o con un aggiornamento massivo dei record. Salesforce vorrà anche che comprendiate appieno il funzionamento dei processi di approvazione (Approval Process).

 

3. Analisi: 5% (Analytics)

È probabile che all’esame ci siano solo un paio di domande su questo argomento, ma è garantita una domanda sui report LYBNTY/SYBNTY. È necessario conoscere le azioni e i report della Household Mailing List per le campagne di direct mail, oltre a una discreta conoscenza degli snapshot di reporting e delle funzionalità standard di report e dashboard.

 

4. Conoscenza del Dominio: 20% (Domain Expertise)

Per questa sezione, assicuratevi di sapere che cos’è il TDTM, almeno ad alto livello. Anche in questo caso si tratta di una domanda garantita, e sapere che consente di disabilitare parti specifiche di codice, aggiungere codice personalizzato e far sì che funzioni con NPSP è fondamentale.

Dovrete comprendere quali sono le soluzioni corrette per le varie esigenze del settore no-profit. Ad esempio, la gestione dei volontari, il marketing e l’engagement (sarebbe utile una conoscenza di alto livello di Marketing Cloud rispetto a Pardot), la raccolta fondi e la gestione dei donatori (crediti soft, crediti hard, donazioni ricorrenti ecc.), la gestione dei programmi (potrebbe essere adatto il Project Management Module (PMM)).

Cercare e capire quali risorse sono disponibili per i clienti, ad esempio Power of Us Hub, Trailhead e, naturalmente, AppExchange.

 

5. Design della Soluzione: 20% (Solution Design)

Gran parte di questa sezione è simile a quella della certificazione Salesforce Administrator. Dovrete conoscere le regole di sicurezza e di condivisione (Sharing Rules), avere una comprensione di alto livello dei diversi prodotti Salesforce offerti, ad esempio Service Cloud, e comprendere le varie soluzioni no-profit disponibili.

Approfondite la conoscenza di NPSP per comprendere le varie soluzioni di raccolta fondi, come i servizi di pagamento integrati, e sapere cosa suggerire come soluzione e quale sia il metodo di inserimento più idoneo.

Ad esempio, il Dataloader NPSP o l’inserimento delle donazioni utilizzando il batch.

6. Implementazione delle strategie e delle procedure migliori: 18%(Implementation Strategies and Best Practices)

In questo caso, se avete già la certificazione Sales Cloud Consultant, potrebbe risultarvi utile. Ad esempio, capire come raccogliere i requisiti e creare User Stories. Anche la comprensione della gestione del ciclo di vita delle applicazioni (Salesforce Application Lifecycle Management) è molto utile, così come il modo di lavorare con le sandbox e l’approccio migliore da adottare per il Deployment delle implementazioni sviluppate.

Una buona conoscenza dell’approccio Salesforce alla gestione dei progetti e dei team sarà utile, quindi vi consiglio di completare o rivedere il badge Governance Basics Trailhead per aiutarvi.

Ancora una volta, è necessario avere una buona conoscenza dei modelli “domestici”, sapere che gli account personali (Person Account) non sono compatibili con NPSP e, in generale, avere una buona visione d’insieme del prodotto NPSP. Infine testare scenari in un’organizzazione di prova ti aiuterà sicuramente.

Strategia di Studio

Ci sono molti contenuti da esplorare, con molti concetti specifici del non-profit, e della nuova app (NPSP). Ci sono anche altre grandi funzionalità del non-profit come V4S e PMM, per le quali sarà necessario comprendere i casi d’uso generali.

A differenza di altre certificazioni principali, avrai difficoltà a trovare guide agli esami e documenti per fare pratica, tuttavia ci sono alcuni buoni articoli di blog di professionisti Salesforce, come:

Consigliamo vivamente di utilizzare il Trail Mix “Nonprofit Cloud Consultants for Partners” di Trailhead come guida, ma non limitarti a completare i badges, utilizzate un trial NPSP per seguirlo e utilizzatelo insieme al Power of Us Hub.

Visita il sito Nonprofit Cloud Academy  che fornisce Video gratuiti da guardare in comodità. Questi video coprono gran parte del contenuto della guida all’esame con alcuni punti molto interessanti.

Strategia d’ Esame

Assicurati di utilizzare l’opzione “mark for review” per le domande in cui ti senti incerto in modo da ricordare di tornarci più tardi (soprattutto all’inizio dell’esame). Un consiglio che posso darti è che se non sai davvero cosa rispondere, scegli la risposta più probabile e passa alla successiva. Se non sai, e davvero non ne hai idea, ha poco senso il “mark for review” poiché è molto probabile che tu non lo sappia neanche tra 30 minuti!

La revisione di ogni domanda alla fine è una scelta personale. Personalmente, non lo farei poiché comincerei a dubitare delle risposte e a modificare le domande in cui ero precedentemente sicuro, ma altri lo trovano un ottimo modo per individuare gli errori.

Consigli

Conclusione

La certificazione Salesforce Nonprofit Cloud Consultant è un must per i professionisti Salesforce nell’ambito non-profit. Questo è particolarmente vero se lavori con NPSP e hai un background aziendale. È necessario comprendere come funziona NPSP e come supportare al meglio l’organizzazione non-profit con cui stai lavorando. Ti aiuterà sicuramente a distinguerti quando cerchi un nuovo lavoro in questo settore, dimostrando di avere le conoscenze necessarie per supportare l’organizzazione.

Ora, mettiti a studiare e supera l’esame!

 

Share:

editor